Risorsa3

facebook
youtube
pinterest
instagram

ciurimood@gmail.com

CIURI MOOD 2019 . DESIGN 

23/01/2017, 17:39



Una-merenda-siciliana


 In questi giorni di freddo è più bello rimanere in casa al calduccio guardando la pioggia solo dalla finestra. E cosa fare in casa, nei pomeriggi, se non preparare una golosa merenda, magari insieme ai bambini?



In questi giorni di freddo è più bello rimanere in casa al calduccio guardando la pioggia solo dalla finestra. E cosa fare in casa, nei pomeriggi, se non preparare una golosa merenda, magari insieme ai bambini?

La merenda siciliana? La prepariamo con una ricetta molto antica e golosa!


Siccome, oltre che di design siciliano, siamo appassionate anche di cibo (possibilmente dolci!) abbiamo chiesto alla nostra amica Gloria di Sweet&salty di condividere con noi una ricetta siciliana molto antica per una merenda speciale:
i "viscotta ca liffia" o detti anche sciatori! Tra buona musica e una atmosfera vintage, la nostra cuoca catanese ci vizia con i sapori di Sicilia!

VISCOTTA CCA LIFFIA


Nati nel 1924 a Zafferana Etnea (ct), chiamati così probabilmente in riferimento a chi, tornando dall’Etna dopo una sciata, era solito fare un giro nel paese ai piedi del vulcano. La loro particolarità sta nella consistenza che, a differenza della classica biscottosa, è soffice e scioglievole quasi come una brioche.


INGREDIENTI 
(circa 12 biscotti grandi)
- 250 gr di farina 00
- 1 uovo
- 60 ml di latte
- 50 gr di strutto
- mezza bustina di ammoniaca per dolci
- 100 gr di zucchero
- scorza di un’arancia o un limone
- una bustina di vanillina
Per la glassa:
- 250 gr di cioccolato fondente di buona qualità
- 30 gr di burro di cacao (o burro classico)

PROCEDIMENTO

Sul piano da lavoro riuniamo lo strutto a temperatura ambiente tagliato a tocchetti e la farina. Schiacciamo i tocchetti con le dita in modo da ottenere una consistenza terrosa.
Aggiungiamo al composto il resto degli ingredienti e lavoriamo l’impasto fino ad ottenere una frolla bella liscia. 
Copriamo con della pellicola il panetto e poniamo in frigo per almeno un’ora.
Trascorso il tempo necessario accendiamo il forno a 180°, tiriamo fuori il panetto, spolveriamo di farina il piano da lavoro e via libera! Diamo forma ai nostri biscotti.
Stacchiamo dalla frolla delle palline che stanno sul palmo della mano, formiamo dei cilindri allungati, pieghiamoli a U e intrecciamo i due lembi.

Disponete le treccine su una teglia ricoperta di carta forno, spennellate la superficie con del latte e mettetele ad opportuna distanza le une dalle altre perché in cottura cresceranno di parecchio.
Infornate quindi a 180° per 15 minuti.

Se non avete mai usato l’ammoniaca probabilmente sconoscete il forte odore che si sprigionerà in fase di cottura. 
Non temete!
Una volta freddi i biscotti odoreranno solo di golosi dolcetti :)


Glassa 
Mentre loro si raffreddano felici, noi, ancora più felici, prepariamo la Liffia o glassa sciogliendo il cioccolato a bagnomaria e unendo ad esso il burro (di cacao o classico).

Fatto questo possiamo procedere in due modi:

1 disporre i biscotti su una gratella e versarvi sopra il cioccolato
2 prendere ogni biscotto e bagnarlo nel cioccolato fino a comprare completamente la parte superiore.
Che decidiate l’uno o l’altro metodo ciò che otterrete saranno comunque dei fantastici biscotti sofficissimi che potrete gustare per colazione o merenda. 

I vostri bimbi ne andranno matti, specie se vi hanno aiutato nella preparazione.


Se c’è una cosa che ho imparato è che le cose semplici sono sempre le più buone.. Se poi appartengono alla tradizione ciò che ne riceviamo è ancora più prezioso.

Buoni Viscotta cca Liffia a tutti! 



1

POTREBBE INTERESSARTI...

Una merenda siciliana

23/01/2017, 17:39

Una-merenda-siciliana

In questi giorni di freddo è più bello rimanere in casa al calduccio guardando la pioggia solo dalla finestra. E cosa fare in casa, nei pomeriggi, se non preparare una golosa merenda, magari insieme ai bambini?

SCOPRI LE ALTRE CATEGORIE

Create a website